Servitizzazione!!

Ieri ho riscoperto un fenomeno che ha fatto della nostra economia quella che è oggi.

Per rispondere alle crescenti pressioni competitive, un numero sempre maggiore di imprese manifatturiere ha deciso di implementare, affiancandola alle più comuni strategie di outsourcing e internazionalizzazione, una strategia cosiddetta di ‘servitizzazione’. Tale strategia consiste nell’estendere la propria offerta di prodotto attraverso l’erogazione di servizi avanzati, non solo a supporto del prodotto, ma anche dei clienti e dei loro processi. Si è assistito così – soprattutto nei settori caratterizzati da consumi stagnanti in cui i fatturati di vendita sono andati via via deteriorandosi – alla rapida evoluzione dal prodotto al prodotto-servizio, sintesi di un bene che riunisce in se sia componenti tecniche e tangibili sia componenti di supporto intangibili. Se adeguatamente sviluppata, una strategia di servitizzazione che porti all’offerta del prodottoservizio permette di creare vantaggi competitivi durevoli attraverso la fidelizzazione del cliente, la differenziazione e la generazione di flussi di ricavi costanti nel tempo che sono indipendenti dalle vendite e dunque anticiclici.

Un caso eclatante è quello di Roll Royces con “Power by the Hour” che dalla vendita di motori per aerei è passata a vendere la potenza degli stessi in base a contrati di servizi orari che comprendono tutta la gestione e manutenzione del motore.RR

Cristina Tangorra 45 anni da 20 anni nelle risorse umane, un percorso che parte dalla consulenza aziendale nell’ambito della valutazione del potenziale e del clima aziendale per approdare poi alla selezione del personale. Laureata in psicologia del lavoro e delle organizzazioni mi specializzo in quello che è l’ambito più complesso della selezione del personale il Diversity Placement. Dinamica e temeraria anche nella vita amo l’avventura e gli sport ad alto tasso di adrenalina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 Network e Lavoro. Tutti i diritti riservati.