L’errore

download

Prendendo spunto dall’idea di una brillante collega per un intervento formativo, vorrei analizzare l’errore nel lavoro e non solo.

Noi tutti abbiamo paura di sbagliare, soprattutto sul lavoro, viviamo l’errore come un fallimento che risulta però una tappa fondamentale per la crescita e il cambiamento.  “Solo chi non fa non sbaglia mai” quindi dobbiamo capire che l’errore sta nell’ordine delle cose, affrontarlo come un momento di apprendimento.

L’errore ci dona semplicemente l’opportunità di iniziare a diventare più intelligenti. (Henry Ford)

Molte delle invenzioni più importanti nascono da uno sbaglio:

La penicillina: nel 1929 il medico scozzese Alexander Flaming si accorse che su un vetrino di coltura batterica contaminato dalla muffa, la crescita dei batteri si era interrotta. Incuriosito approfondì la cosa e inventò il primo antibiotico.

Lo Champagne: nel 1668 un monaco benedettino francese di nome Pierre Pérignon stava compiendo esperimenti sul processo di fermentazione dell’uva e si imbatté, per puro caso, in questo vino zeppo di bollicine.

La Coca Cola: Il farmacista di Atlanta John Pemberton nel maggio 1886 stava cercando una soluzione per curare il mal di testa che lo affliggeva a causa di una ferita subìta in battaglia quando era nelle fila dei confederati. Ha quindi mischiato una serie d’ingredienti supersegreti realizzando una bevanda venduta per i primi otto anni nella sua farmacia salvo essere poi distribuita in tutto il mondo.

 

Questi sono solo alcuni esempi che ci fanno capire come da i nostri sbagli possa nascere qualcosa di positivo se sappiamo leggerlo e non ci facciamo abbattere.

 

“Non si può vincere sempre, ma si perde ogni volta che si rinuncia” di James Baldwin

 

Cristina Tangorra 45 anni da 20 anni nelle risorse umane, un percorso che parte dalla consulenza aziendale nell’ambito della valutazione del potenziale e del clima aziendale per approdare poi alla selezione del personale. Laureata in psicologia del lavoro e delle organizzazioni mi specializzo in quello che è l’ambito più complesso della selezione del personale il Diversity Placement. Dinamica e temeraria anche nella vita amo l’avventura e gli sport ad alto tasso di adrenalina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 Network e Lavoro. Tutti i diritti riservati.