Amo relazionarmi, amo gli sport di squadra (in particolar modo, il basket) ed amo le sfide. Sono curioso, ma non ficcanaso, e ciò mi porta a conoscere ed imparare cose nuove, ogni giorno. Recentemente, la curiosità di comprendere gli sviluppi dell’’attuale contesto giuslavoristico, mi ha portato ad ottenere la Laurea in Servizi Giuridici per l’Impresa, facoltà di Giurisprudenza. Questo sono io, dopo poco meno di mezzo secolo di vita, dopo l’essere padre, da circa quindici anni, di una splendida figlia e dopo una ventina di anni di esperienza in diverse direzioni risorse umane. Attualmente, oltre al Coordinamento delle attività Normative del personale, nella Direzione Risorse Umane di Atac SpA, ho il piacere di collaborare con il Centro Studi di AIDP con il quale cerco di sviluppare argomenti di attualità. In particolare, ho sviluppato interesse per il tema del “dialogo” inteso come ponte per mettere in relazioni le diversità, con l’obiettivo di trasformarle in risorse, alleanze, sinergie e ove non fosse possibile, di coesistere con esse. Dialogo, nel senso, soprattutto, di saper ascoltare e a tal proposito mi piace ricordare una frase, tratta da un libro di Don Andrea Gallo :“L’importante è tendere l’orecchio oltre le ristrette mura della nostra angusta cerchia dei soliti noti. Dal DIALOGO con i laici, con gli atei, con gli agnostici, con i credenti di altre religioni non possono che nascere curiosità, rispetto tolleranza e amicizia.” Per il futuro? E’ questo lo spirito con cui mi impegno ad approcciare in ogni azione che mi trovo e mi troverò a compiere.

Strumenti flessibili o flessibilità nell’uso degli strumenti?

“Gli “innovatori”, i manager, sono pronti ad intraprendere un’avventura così sfidante?” Concludevo così un mio articolo e da qua  riprendo una riflessione sulla discontinuità nel mondo del lavoro e l’incidenza della flessibilità  nel necessario cambio di passo, che produce la cesura nel modo di concepire l’organizzazione gerarchica. Durante la strutturazione di una giornata formativa, ho cercato…

Leggi...

Smart Organization

Organizzare il lavoro nell’epoca dello Smart Working, in una realtà sociale dove nulla è più come prima e dove la discontinuità ha operato una cesura tra la recente visione del mondo del lavoro e l’attuale, è necessario innovare anche il concetto di prestazione o meglio il concetto di una diversa modalità di effettuazione della prestazione.…

Leggi...

Si scrive smartworking, si traduce lavoro flessibile?

Parlare di smartworking ritengo, possa significare approcciare a questa epoca di discontinuità ed affrontarla in maniera adeguata con nuovi strumenti. Oltre che parlarne, ora, possiamo analizzare le esperienze fin qui maturare ed anche il legislatore sembra stia cercando di incidere, normando l’applicazione di una modalità d prestazione che ad oggi era stata gestita da accordi…

Leggi...

Allora, chi c’è rimasto a bottega?

L’indispensabile spinta all’innovazione, alle competenze trasversali, a comprendere quali siano i migliori strumenti gestionali, nella “rivoluzione digitale”, non devono farci perdere di vista la vision di ogni HRM, la gestione delle risorse umane, ma soprattutto non deve distrarci dall’azione più importante: migliorare le persone.    L’aneddoto che mi torna in mente è la situazione narrata in una barzelletta. Un commerciante…

Leggi...

Cambiamento organizzativo e rivoluzione digitale

Quale miglior insegnamento dell’esempio? Pertanto in questo articolo, RIVOLUZIONO il mio modo di agire, effettuando un  CAMBIAMENTO  sull’evoluzione dell’articolo. Non elaborerò dei concetti, scrivendo un articolo o ospitando le opinioni di altri, ma rappresenterò quello che “vedo” rispondendo alle domande di una intervistatrice di eccezione, Chiara Bottini. Come HR Manager son certo dell’importanza del “saper…

Leggi...

Saper essere, il senso del capitale psicologico

Applicare le belle idee, i buoni propositi alle comuni azioni di tutti i giorni, risulta, a volte, un esercizio tutt’altro che semplice. Spesso approcciamo quasi senza renderci conto “come” lo facciamo, sia nella vita lavorativa, sia nella sfera di vita privata, ma, per fortuna, qualche volta capita di fare una chiacchierata o scambiare messaggi, che ti…

Leggi...

Evoluzione nelle relazioni dell’HR Manager

Nel mondo del lavoro non si fa altro che parlare di SmartWorking, social network, ma quando la tecnologia non era così evoluta da sfociare in sistemi di condivisione e comunicazione, ma malapena si sentiva parlare del Centro Elaborazione Dati, mi domando, le relazioni si tenevano tramite i segnali di fumo? Perché si tratta di relazioni…

Leggi...

Un’Agile riflessione – SmartWorking

Il binomio controllo  della prestazione/presenza lascia il posto al nuovo paradigma misurazione obiettivi. Dinamicità, immediatezza, efficienza e benessere; queste  sono le sensazioni che ho percepito durante una intenso ed interessante workshop dedicato allo SmartWorking, ospitato in un ambiente che certamente può essere definito uno SmartOffice dove, in effetti, si sente il cambiamento che sta invadendo…

Leggi...

HR Manager, esploratore di territori sconosciuti

  … ieri è storia, domani è un mistero, mo oggi è un dono…per questo si chiama presente!” (dal film Kung Fu Panda di Mark Osborne). Mi piace iniziare con questa frase,  ricordata da Roberto Turchetti, il racconto della nostra chiacchiera, una riflessione sul nostro vissuto e sul ruolo del manager che mi ha così appassionato,  tanto da chiedere…

Leggi...

© 2015 Network e Lavoro. Tutti i diritti riservati.